domenica 24 luglio 2011

la strage dei giovani socialisti

E' stato attaccato il Primo Ministro laburista della Norvegia e sono stati uccisi cento giovani socialisti, una ecatombe atroce di giovani vite spezzate per sempre. Sembra una punizione inflitta alla Norvegia per le sue scelte politiche. Sono convinto che l'assassino non abbia ideato e realizzato la strage da solo ma guidato da potenti forze che vogliono costringere la Norvegia ed i socialisti europei a fare altro.


è un militare professionista killer di una potente entità che ha voluto punire la Norvegia per le sue scelte politiche. Non a caso sono stati uccisi cento giovani socialisti ed è stata devastata la sede del primo ministro.Non è un fondamentalista cristiano e se lo è questa qualifica è una copertura per la sua natura di killer.Semmai il fondamentalismo è della entità statale che lo ha messo in movimento e che non risconosce altri fuori di se stessa

la fretta dell'assassino di definirsi è assai sospetta. E' depistaggio!!

. Ma non si tratta della punizione che un pazzo allucinato dalle sue convinzioni ha voluto infliggere. Non avrebbe mai avuto la capacità di organizzare da solo tutto. Tutta la vicenda deve essere chiarita ed a me l'assassino appare come il terminale di una complessa macchina di guerra e di morte. Spero che verrà alla luce tutto molto presto
la psichiatria e l'ideologia dei gruppi, gruppuscoli o partiti di destra non c'entrano niente. Per me si tratta di una spaventosa punizione inflitta alla Norvegia da una entità esterna (se preferite estera) di cui il killer è un esecutore militare preciso e spietato. Forse la Norvegia viene punita per le sue aperture verso i palestinesi, forse è un avvertimento a coloro che vogliono ritirarsi dalla mostruosa avventura libica di certo la matrice non è interna alla Norvegia. Intanto deve essere chiarito tutto a cominciare dai tempi tecnici impiegati per finire alla cattura. Se si fosse trattato di un folle alla fine si sarebbe ucciso. A quanto pare si è lasciato prendere senza resistere. Ora ci tratta tutti da imbecilli spiegandoci che è tutto conseguenza del suo fondamentalismo e che ha fatto tutto da solo

E' importante sapere che cosa ha fatto l'assassino nell'ultimo decennio di che cosa è vissuto quante volte è stato all'estero se i suoi documenti sono veri dove vive la sua famiglia quale scuola ha frequentato etc......

1 commento:

angie ha detto...

già... dove ha preso i soldi, le armi, e perché parla al plurale nel suo scritto: "Per poter attuare con successo la censura dei media culturali marxisti e multiculturalisti saremo obbligati ad attuare operazioni significativamente più brutali e mozzafiato che porteranno a vittime".
http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Norvegia,%20la%20follia%20di%20Anders%20nel%20memoriale%20sul%20web&idSezione=11689