venerdì 13 giugno 2014

UN MURO

Un muro di duemila cinquecento chilometri

L'Impero del Muro. Pare che gli USA abbiano suggerito alla Ucraina la creazione di un muro alto sei metri al confine con la Russia. Il muro dovrebbe essere lungo oltre duemelachilometri. Come quello che tiene prigioniero degli israeliani il popolo palestinese e l'altro lungo tremila chilometri che divide gli USA dal Messico.

Nel caso della Ucraina il Muro sarebbe interno alla Russia perchè l'Ucraina da sempre è sempre stata Russia e soltanto decisioni assunte dagli USA con il traditore Etlsin venti anni fa ne hanno fatto uno Stato autonomo e che ora si vorrebbe annettere alla Nato.

Soros in B rasile


Brasile come Russia e come Cina


I Black bloc organizzati da Soros sono in azione in Brasile per fomentare disordini gravi e guastare la festa dei campionati mondiali di calcio alla signora Dilma. Gli Usa non dimenticano che era una guerrigliera e che ha dato vita al brics. Gli USA stanno male se le cose vanno bene nel mondo e fuori dal loro stretto arcigno controllo imperiale. Ieri hanno tentato in tutti i modi di fare saltare le Olimpiadi di Pechino e poi i Giochi Invernali di Sochi in Russia. A Pechino mobilitarono i monaci del dalai Lama e molti di loro finirono sul rogo proprio per attirare l'attenzione della opinione pubblica mondiale su quanto sono cattivi i cinesi che non cedono il trono del Tibet al prete membro della Cia. Contro la Russia Soros ha anche mobilitato le Pussy Pussy-
http://www.ansa.it/brasile_2014/notizie/mondiali_2014/2014/06/12/mondialisan-paolo-in-azione-black-bloc_ef9edcb0-efa3-47c5-8701-cb6159230854.html

mercoledì 11 giugno 2014

La profezia di Pinocchio




   
    Con decreto governativo l'onestà sarà presto un reato punibile con la prigione. Si avvera così la profezia di Collodi raccontato nel capitolo 19 di Pinocchio che, nel paese di Acchiappacitrulli, denunzia al tribunale di essere stato derubato delle sue monete d'oro e per questo condannato a quattro mesi di carcere.

    Dall'immortale libro di Collodi

    Capi.19

    Pinocchio dal Giudice

    Preso allora dalla disperazione, tornò di corsa in città e andò difilato in tribunale, per denunziare al giudice i due malandrini, che lo avevano derubato.

    Il giudice era uno scimmione della razza dei Gorilla: un vecchio scimmione rispettabile per la [p. 117]sua grave età, per la sua barba bianca e specialmente per i suoi occhiali d’oro, senza vetri, che era costretto a portare continuamente, a motivo d’una flussione d’occhi, che lo tormentava da parecchi anni.
    Le avventure di Pinocchio-pag121.jpg

    Pinocchio, alla presenza del giudice raccontò per filo e per segno l’iniqua frode.

    Pinocchio, alla presenza del giudice, raccontò per filo e per segno l’iniqua frode, di cui era stato vittima; dette il nome, il cognome e i connotati dei malandrini, e finì chiedendo giustizia.

    Il giudice lo ascoltò con molta benignità; prese vivissima parte al racconto: s’intenerì, si commosse: [p. 118]e quando il burattino non ebbe più nulla da dire, allungò la mano e suonò il campanello.

    A quella scampanellata comparvero subito due can mastini vestiti da giandarmi.

    Allora il giudice, accennando Pinocchio ai giandarmi, disse loro:

    — Quel povero diavolo è stato derubato di quattro monete d’oro: pigliatelo dunque e mettetelo subito in prigione. ―

    Il burattino, sentendosi dare questa sentenza fra capo e collo, rimase di princisbecco e voleva protestare: ma i giandarmi, a scanso di perditempi inutili, gli tapparono la bocca e lo condussero in gattabuia.

    E lì v’ebbe a rimanere quattro mesi: quattro lunghissimi mesi: e vi sarebbe rimasto anche di più, se non si fosse dato un caso fortunatissimo. Perchè bisogna sapere che il giovane Imperatore che regnava nella città di Acchiappacitrulli, avendo riportato una gran vittoria contro i suoi nemici, ordinò grandi feste pubbliche, luminarie, fuochi artificiali, corse di barberi e velocipedi, e in segno di maggiore esultanza, volle che fossero aperte le carceri e mandati fuori tutti i malandrini.
    — Se escono di prigione gli altri, voglio uscire anch’io — disse Pinocchio al carceriere. [p. 119]

    — Voi no, — rispose il carceriere — perchè voi non siete del bel numero....

    — Domando scusa; — replicò Pinocchio — sono un malandrino anch’io.
    Le avventure di Pinocchio-pag125.jpg

    Gli tapparono la bocca e lo condussero in gattabuia.

    — In questo caso avete mille ragioni, — disse il carceriere; e levandosi il berretto rispettosamente e salutandolo, gli aprì le porte della prigione e lo lasciò scappare.
   

giovedì 5 giugno 2014

Lo sbarco in Normandia

A cosa stai pensando?


Sbarco in Normandia

Un rito di ringraziamento e di sottomissione

Domani alla presenza dell'Imperatore venuto appositamente a prendersi gli applausi per lo sbarco avvenuto in Normandia nel 1944 quasi cinque anni dopo l'inizio della seconda guerra mondiale e quando l'Armata Rossa aveva sconfitto gli eserciti di Hitler a Stalingrado dopo 900 giorni di assedio e aveva cominciato la sua marcia verso Berlino si ricorderà in pompa magna l'evento. Gli USA si decisero ad aprire il cosidetto secondo fronte per "stringere la mano a Stalin il più ad est possibile" insomma nel timore che l'Europa fosse liberata soltanto dalla Unione Sovietica,.

L'Europa fu ridotta in macerie con milioni di morti nella popolazione civile dai raid aerei delle fortezze volanti americane. Prima di essere "liberata" l'Europa occidentale fu rasa al suolo a differenza della parte liberata dai sovietici che non usavano i bombardamenti a tappeto e l'uccisione sistematica dei civili.

Le modalità militari dello sbarco in Normandia sono tuttora discusse non solo dagli storici ma dagli strateghi.  Una spaventosa carneficina,. Pare che fosse statisticamente certa la perdita di un considerevole numero di soldati. Il generale Eisenhower aveva calcolato le perdite di vite umane e non fece niente per evitarle perchè la ragione "politica" dello sbarco era diventata preminente su tutto..

Insomma quando avvenne lo sbarco questo era del tutto inutile ai fini della guerra che si era decisa attorno a Stalingrado. Lo sbarco serviva soltanto a piantare bandierine americane in Europa prima che sventolassero soltanto bandiere rosse.

Eppure domani avremo la ripetizione di una solenne cerimonia in cui i capi di Stato di tutta l'Europa si genufletteranno davanti ad Obama e gli diranno quanto gli sono riconoscenti per quello che hanno fatto gli USA. L'Italia e la Germania che sono considerati nazioni sconfitte che hanno sottoscritto una resa incondizionata sono controllate da centinaia di basi militari statunitensi. La loro posizione di alleati nella Nato è ambigua. Solo alleati "obbligati". Gli USA non hanno mai sottoscritto una pace con l'Italia. L'hanno dettata senza consentire la firma...

Domani, i veri vincitori del nazismo saranno trattati come parenti poveri.. Peggio: come appestati. L'Europa viene spinta ad armarsi contro la Russia da Obama. Credo che farebbe bene Putin a disertare questa sconcia manifestazione di imperialismo atlantista.

Gli Usa domani saranno salutati da tutti i pennivendoli e mezzo busti della comunicazione come "liberatori". Liberatori che tuttora ci tengono in una morsa e ci trattano come sconfitti. Ma non ci sarà nessun De Gaulle a rivendicare i meriti della resistenza europea. Domani sarà una giornata di odio verso la Russia nella quale i tedeschi sconfitti di ieri si uniscono agli USA ed agli inglesi per finalmente realizzare quello che ieri inglesi e francesi volevano fare contro l'URSS: invaderla,.

Riconoscenza eterna alla Unione Sovietica ed alla gloriosa Armata Rossa!!









http://cultura.biografieonline.it/sbarco-in-normandia/

lunedì 2 giugno 2014

le mani insanguinate della Chiesa

Le mani insanguinate della Chiesa

 La Chiesa Cattolica e questo ambiguo e sornione Papa "Buono" hanno una pesante responsabilità nelle stragi che quotidianamente insanguinano la Nigeria ed anche l'Africa Centrale. La creazioni di enclavi cattoliche e l'investimento di molto denaro nell'insegnamento religioso dei giovani hanno creato tensioni alla lunga diventate insopportabili e spinto gli islamici a ritorsioni sempre più pesante. La pretesa del Vaticano di essere la religione unica di tutto il mondo e di imporla agli altri è fonte di tragedie al pari dell'imperialismo occidentale.
http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/nigeria_bomba_stadio_morti/notizie/721528.shtml

2 giugno 2014



Oggi la festa della Repubblica è diventata un gigantesco spot per i due grandi eroi della patria i due marò trattenuti in India per avere ucciso due poveri pescatori del Kerala. Hanno detto di soffrire con dignità la lontananza. Non credo la prigionia perchè sono trattati con i guanti gialli.

La Repubblica oggi ricorda la prima guerra mondiale. Una gigantesca carneficina in cui ufficiali razzisti di rara ferocia fecero morire centinaia di migliaia di soldati per decimazioni capricciose oppure per guerra di trincea del tutto assurda.l

Alla prima guerra mondiale generatrice dei fascismi e poi del nazismo si richiamano quanti oggi coltivano il culto della violenza militare ed impegnano l'Italia in "missioni" che altro non sono che partecipazione a guerre coloniali USA con la funzione di ascari.

assad ha vinto!!!!


Anche la guerra di Siria è stata persa da Obama
Assad trionfa..

 Il lungo assedio del Mostro Occidentale alla Siria è praticamente finito. I cannibali mercenari si sono ritirati. Lasciano alle loro spalle lo spettro, le macerie di quelle che furono tra le più belle città del Medio Oriente. Obama ed i suoi loschi soci della Nato e dell'Arabia Saudita hanno finalmente cessato i finanziamenti ai mercenari guerriglieri.
 Anche il losco gesuita Dall'Oglio non c'è più. Pare che i suoi amici islamisti fanatici lo hanno fatto fuori.
 Domani ci saranno le elezioni presidenziali in Siria. E' previsto un vero e proprio trionfo per Assad eroe di questa lunga resistenza...