martedì 10 maggio 2016

Felicia Impastato

Felicia Impastato
ho appena finito di vedere su Rai 1 il film sulla straordinaria madre di Peppino Impastato Felicia. La figura di Felicia è interpretata con molta intensità dall'attrice Lunetta Savino.
Il film racconta l'isolamento e la lunga ultraventennale lotta di Felicia di suo figlio Giovanni e dei compagni di Peppino Impastato per ottenere la condanna di Tano Badalamenti e dei killer che portarono Peppino già morto sui binari della ferrovia per simulare un incidente nel corso di un attentato terroristico. Sappiamo che i carabinieri si prestarono a questa versione e che la magistratura non si mosse fino a quando non intervenne Rocco Chinnici magistrato integerimo e poi vittima della mafia.
Il film racconta in modo piano e veritiero la vicenda e tutte le difficoltà per fare emergere la verità in un paese solidale con gli assassini che aveva condannato all'isolamento Felicia e la sua famiglia.
Badalamenti fu condannato come mandante del delitto Impastato soltanto nel 2002.
Non possiamo che esprimere gratitudine a quanti hanno lavorato alla realizzazione del film che fissa la memoria su un evento importante della lotta in Sicilia contro la mafia e delle difficoltà che ci sono state e che ancora persistono per la sua scomparsa.
Certo la TV non serve solo per intervistare mafiosi blasonati e dominanti come il figlio di Riina come ha fatto Bruno Vespa sempre su Rai 1.

Felicia Impastato, anticipazioni film Rai1 con Lunetta Savino sulla storia della madre di Peppino Impastato, giornalista ucciso dalla Mafia. La…
ilsussidiario.net
Îmi placeVezi mai multe reacţii
Comentează
Comentarii
Pietro Ancona
Scrie un comentariu...

Rifondazione e la vittoria dell'URSS sul Nazismo

Fuori dal comunismo e dalla storia
Rifondazione non ha ricordato il 71 anniversario della vittoria sovietica sul nazismo. Non ha scritto una sola parola di ricordo, una sola considerazione sui pericoli che si addensano sulla pace in Europa per la crescente aggressività Nato e USA verso la Russia.
Non c'è una sola scelta di politica estera fatta da RC negli ultimi venti anni che sia condivisibile e che sia basata su una analisi della evoluzione geopolitica di carattere comunista, cioè basata sul materialismo storico.

sabato 7 maggio 2016

Il sindaco di Londra

Il sindaco di Londra
è il figlio di un autotranviere emigrato a Londra 50 anni fa, subito dopo l'indipendenza dell'India e quindi anche del Pakistan dal colonialismo inglese
E' laburista. In effetti è stata la sua elezione è stata una vittoria del partito laburista che non è più quello di Blair, ha riconquistato una parte dei voti di sinistra che aveva perduto, un partito che ha come segretario nazionale un uomo di sinistra che gli ha ridato l'identità perduta con ilo blairismo.
Tutti i populisti della destra europea masticano amaro. Tra questi Salvini e la Melloni.
Ma come fa un miserabile pakistanofiglio di un immigrato e membro di una famiglia numerosa ad essere avvocato ed a diventare sindaco di Londra? Non si possono capacitare, non capiscono.
Bisognerebbe vedere meglio il modello di integrazione che si è creato in Inghilterra in questi anni. Certo la cittadinanza è stata più facile e anche l'accesso agli studi (ora forse non più) ed alle professioni anche borghesi.
In Francia non è così. L'integrazione è assai più problematica e la segregazione degli stranieri nei quartieri ghetti non favorisce il mescolamento e le opportunità.
Chissà, forse i socialisti francesi sono stati meno aperti dei laburisti inglesi.
Non parliamo dell'Italia. L'Italia nei fatti è il Paese che concede meno opportunità agli stranieri,. Ed anche agli italiani. In Italia lavoro e professioni hanno una componente familistica castale medioevale.

mercoledì 4 maggio 2016

L'Italia di Faccetta Nera



L'Italia di Faccetta Nera

gongola di gioia per l'intervento della Corte dell'Aja nella vicenda dei due marò ed
è sicura che il verdetto sarà favorevole all'Italia. Da che cosa ricava questa certezza non so perchè nessuno a cominciare dagli stessi imputati ha mai parlato di innocenza e di non colpevolezza dei due militari. Ma cosa si fa a punire due magnifici soldati del Corpo di San Marco per la morte di due miserabili indiani morti di fame?
San Marco e Folgore sono due punte di eccellenza dell'esercito italiano. Sono certo che la loro cultura non è quella della Costituzione ed è molto simile a quella dei marines che a me sembra fascista ed omicida.
Qualcuno dei giornalisti più ansiosi di mettersi in mostra con i militari parla dei morti ammazzati come di "sedicenti" pescatori!

Sono convinto che il giudice naturale si trova in India luogo dove è avvenuto il delitto e che l'intervento dell'Aja sia una forzatura colonialista dell'Europa.

Certo tutto questo avviene con la complicità del governo indiano che ha impedito alla sua magistratura di fare il processo, ha consentito che i due imputati fossero alloggiati in alberghi a cinque stelle seppur pagati dall'Italia, senza avere il coraggio di affrontare un provvedimento di liberazione che avrebbe suscitato altri movimenti di protesti oltre a quelli che ci sono già stati.

lunedì 2 maggio 2016

86 anni di Pannella


86 anni di Marco Pannella
Filoisraeliano.

tutta l'Italia politica rende omaggio al sempreeterno leader del partito radicale che da settimane è rintanato in casa a causa della malattia che lo ha di fatto fermato.

Può darsi che guarisca e che prima o poi uscirà di casa oppure che non ne uscirà più. Potrebbe sopravvivere ancora molto tempo. Napolitano è più vecchio di lui ed i politici in genere sono molto longevi perchè godono di vitalizi e di cure che i comuni vecchietti manco se li sognano-

Pannella ed i radicali hanno occupato nell'Italia Papalina uno spazio importante: quello dei diritti civili negati dalla Chiesa specialmente a donne e persone in fin di vita.

Questa colonizzazione dei diritti civili è diventata quasi un monopolio radicale ad eccezione del periodo di quando era ancora vivo e vegeto il PSI che si batteva per il divorzio e che aveva liberato le donne dalla infamia del bordello di Stato con la legge della senatrice Lina Merlin.

Pannella (e la Bonino) sono stati tra i più intelligenti agenti USA nel mondo. La Bonino per specializzarsi appunto nel suo ruolo ha abitato per alcuni anni in Egitto per impararvi l'arabo e studiare da vicino la situazione medioorientale che è un incandescente campo di interessi imperialistici.

Non dimentico il ruolo di Pannella nella destrutturazione della Jogoslavia. Arrivò financo a vestire la divisa famigerata degli ustascia. La Bonino si occupò in particolare della Macedonia.

Anche la Cecenia ed il Tibet sono stati nelle cure di Giacinto Pannella e dei radicali. La Cecenia da sottrarre alla Russia ed il Tibet da sottrarre alla Cina per rifondarvi una teocrazia con il Dalai Lama. Centinaia di monachelli sono stati immolati con il fuoco proprio perchè il Dalai Lama (pure lui agente della Cia ).avesse il Trono teocratico del Tibet.

Pannella è sempre stato iperliberista. E' contro la contrattazione collettiva ed odia i sindacati.

L'avere portato Cicciolina in Parlamento ha avuto un significato offensivo per le istituzioni repubblicane in un momento in cui gli americani volevano quasi cancellare l'Italia e svolgevano un programma di denigrazione verso il nostro Paese.

Cicciolina per quanto usata strumentalmente si è mostrata assai migliore come cittadina di quanto lui pensasse e la ciambella gli è riuscita senza buco.

Ps: Radio Radicale è interamente finanziata dallo Stato da sempre. Q!ualcosa come venti miliardi di vecchie lire l'anno

sabato 23 aprile 2016

25 aprile 2016

25 Aprile
Anniversario della Liberazione ma anche della occupazione americana dell'Italia.
Il sacrificio dei partigiani non è stato riconosciuto al tavolo della Pace.Gli accordi sono stati quelli di un paese sconfitto. Accordi che non ci è stato permesso di firmare.
L'Italia è un deposito nucleare degli USA ed è piena di basi militari e navali USA.
Certo non abbiamo con gli USA il rapporto che ha l'Inghilterra o la stessa Francia. La Francia ha avuto il governo filonazista di Petain che non fu certo meno della repubblica di Salò eppure è considerata tra le nazioni vincitrici del conflitto mondiale.